Codice Carpineto

Comunicato pubblicato il 20-10-2016 15:10:28

CODICE CARPINETO

Le qualità organolettiche dei nostri prodotti sono l’espressione della personalità aziendale.

 

“STILE CARPINETO”

vuol dire:

 

  • Profumi e sapori puliti e ben definiti.
  • Assenza di percezioni aggressive.
  • Sensazioni morbide e vellutate, non determinate da residui zuccherini.
  • Longevità.
  • Elevato coefficiente di tollerabilità.

 

Per raggiungere questi obiettivi ci siamo dati delle regole molto severe che si concretizzano in un vero e proprio

                                                                                                              codice:

  • Adozione di moderne tecniche agricole per gli interventi, sia sulla vite che per la lavorazione dei terreni.
  •  
  • Trattamenti fitosanitari ecocompatibili, condotti con l'oculatezza determinata dalla conoscenza dei fenomeni derivanti dagl'interventi.
  •  
  • Massima attenzione per la salvaguardia della biodiversità.
  •  
  • Produzione e utilizzo di energia rinnovabile fotovoltaica.
  •  
  • Razionalizzazione e tempestività nelle operazioni di raccolta atte a garantire la massima qualità e sanità delle uve.
  •  
  • Igiene estrema e sanificazione quotidiana di tutti gli impianti.
  •  
  • Controllo giornaliero e quasi maniacale delle temperature e dei dati analitici dei mosti e dei vini durante le fermentazioni.
  •  
  • Utilizzo di lieviti naturali selezionati in grado di garantire processi fermentativi esenti da produzioni di sostanze nocive come le ammine endogene.
  •  
  • Stabilizzazione, spontanea per le riserve e i grandi vini,  con l’ausilio del freddo per i vini giovani e correnti.
  •  
  • Messo al bando l'utilizzo di additivi, coadiuvanti e stabilizzanti, seppur permessi dalla legge. Unica sostanza ancora oggi utilizzata ed insostituibile, rimane il solfito del quale si fa uso in misura largamente al di sotto ai limiti previsti dalle norme di legge.
  •  
  • Vini testati, prima, durante e dopo l'imbottigliamento, con standard analitici più restrittivi dei limiti previsti dai disciplinari di produzione e dai protocolli dei vini "biologici".
  •  
  • Certificazione IFS ed Iso 9001.

L'insieme delle regole sopradescritte non costituisce soltanto una disciplina autoimposta allo scopo di raggiungere gli obiettivi di qualità prefissati, ma è anche e soprattutto il modo per esprimere quello che per noi è il "Vino": passione, emozione, natura e cultura.

Immagini relative al Comunicato

Immagine

Dimensioni: 1244X829

Scarica
Immagine

Dimensioni: 1177X785

Scarica